(Logo Regione Toscana)
BIBLIOTECA
DIGITALE
DEPOSITO
LEGALE
DOCUMENTAZIONE FORMAZIONE NORMATIVA PUBBLICAZIONI SERVIZI SERVIZI
WEB
STATISTICHE TUTELA


Cofinanziamento di progetti di rete finalizzati all'incremento delle raccolte delle biblioteche pubbliche toscane, anno 2007

ALLEGATO 1 - Bando (anche in formato pdf: allegato1_MILIONElibri2007.pdf)

1 - PREMESSA
L'acquisto del materiale documentario è uno dei momenti in cui si esplicita il rapporto che una biblioteca pubblica deve avere con la propria comunità di riferimento e concorre a disegnare il quadro di come una biblioteca interagisce con la propria città.
L'attività di acquisto del materiale documentario, e più in generale la gestione delle raccolte documentarie, non è un'attività scollegata e scissa da un'attenta verifica dell'efficacia del materiale acquistato (riscontro della rispondenza del materiale ai bisogni della comunità di riferimento; valutazione del rapporto tra biblioteca e comunità da servire e possibili sviluppi; quindi analisi attenta e accurata dei bisogni formativi ed informativi dei cittadini) e da quelle azioni mirate a fare interagire biblioteca e città, né tantomeno prescinde da un rapporto diretto con i cittadini e le cittadine.
In sostanza la funzione di acquisto e d'efficacia dell'acquisto della biblioteca pubblica è strettamente collegata con tutte le altre attività di gestione della biblioteca, tra cui quelle di promozione.

2 - OBIETTIVI
Il progetto è finalizzato ad affermare e potenziare il ruolo strategico delle biblioteche pubbliche toscane nell'attuale società dell'informazione e della conoscenza, al fine di garantire che l'uso della biblioteca e la lettura siano un diritto per qualunque persona e che la biblioteca - come luogo e servizio 'riconoscibile' pienamente integrato con la comunità locale - rientri sempre più nelle abitudini dei cittadini e delle cittadine.
Costituiscono obiettivi specifici del progetto regionale:
1. il miglioramento della soddisfazione degli utenti attuali delle biblioteche pubbliche toscane, fidelizzandoli maggiormente;
2. la ricerca di nuovo pubblico tra i cittadini che non conoscono e non usano la biblioteca pubblica, analizzando i loro bisogni per meglio rispondere alle loro esigenze formative ed informative, in termini di materiali disponibili e di servizi.

3 - INTERVENTI FINANZIABILI
Sono finanziabili progetti coordinati di incremento delle raccolte delle biblioteche pubbliche toscane, nel rispetto dei requisiti di cui al paragrafo 7 "REQUISITI DEI PROGETTI".

4 - COSTO DEI SINGOLI PROGETTI
Il costo totale del progetto deve essere al massimo pari a 100.000 euro.
Il costo totale del progetto deve includere obbligatoriamente solo e soltanto i costi per acquisto di materiali destinati alla circolazione e non di opere di consultazione.
L'importo complessivo previsto da ciascun progetto per l'acquisto dei materiali di cui sopra deve essere destinato a più biblioteche dello stesso sistema (rete o gestione associata), ripartito secondo modalità e criteri definiti nel progetto stesso, destinando comunque almeno il 60% delle risorse finanziarie del progetto alle biblioteche dei Comuni con un numero di abitanti inferiore o uguale a 20.000 abitanti.

5 - MISURE DI COFINANZIAMENTO
L'importo regionale complessivo messo a bando è pari a 930.000 euro.
Il finanziamento regionale copre al massimo il 40% del costo totale di ciascun progetto.
Tale percentuale potrà estendersi al 50% nel caso in cui il progetto risponda ad almeno 2 su 4 dei requisiti supplementari di cui al paragrafo 8 "REQUISITI SUPPLEMENTARI PER L'ATTRIBUZIONE DI PREMIALITA'".
In caso di mancato o parziale utilizzo della disponibilità finanziaria regionale, le risorse residue saranno ridistribuite proporzionalmente tra i progetti ammessi a finanziamento.

6 - BENEFICIARI DELL'INTERVENTO
I destinatari dei finanziamenti regionali sono le biblioteche pubbliche toscane rappresentate dalle varie reti documentarie toscane e dai sistemi di biblioteche in gestione associata.
I soggetti che possono presentare i progetti sono quindi:
==> gli istituiti individuati come centro-rete delle reti documentarie toscane, ai sensi della L.R. n. 35/1999, o eventuali altre biblioteche delegate dal centro-rete
==> i titolari delle gestioni associate, costituite ai sensi della L.R. n. 40/2001 e s.m. e i. entro la data di protocollo dell'informativa sul bando.
Non possono presentare progetti le singole biblioteche toscane.
Le richieste di finanziamento devono essere presentate dal legale rappresentante dei soggetti di cui sopra.
Qualora il legale rappresentante del centro rete o gestione associata deleghi altro soggetto, la richiesta di finanziamento deve essere corredata di delega.
Ciascun soggetto può presentare uno e un solo progetto.
Ciascuna biblioteca pubblica può presentarsi come partner in un solo progetto di rete o gestione associata

7 - REQUISITI DEI PROGETTI
I progetti devono essere definiti sotto il profilo tecnico, progettuale e finanziario.
In particolare ogni progetto deve rispondere obbligatoriamente a tutti i seguenti requisiti:
1. essere un intervento coordinato di rete finalizzato all'incremento delle raccolte documentarie, in particolare all'acquisto di materiali per il prestito (e non per la consultazione);
2. prevedere, come procedura di acquisto dei materiali finanziati con l'intervento in oggetto, quella dell'acquisto centralizzato;
3. contenere la dichiarazione delle biblioteche pubbliche che aderiscono al progetto di aprire almeno 18 ore settimanali con un minimo del 50% dell'orario concentrato nella fascia pomeridiana (oltre le ore 14) e sabato;
4. prevedere l'impegno da parte del centro-rete o ufficio responsabile della gestione associata o del capofila del progetto di organizzare un percorso formativo sulla gestione delle collezioni (con particolare attenzione alla redazione della carta delle collezioni e alle procedure di scarto) entro e non oltre il 30 giugno 2008, concordandone il programma con il Settore Biblioteche della Regione Toscana;
5. definire dettagliatamente le modalità e i criteri di ripartizione del finanziamento alle biblioteche del sistema (rete o gestione associata), destinando comunque almeno il 60% del totale delle risorse finanziarie del progetto alle biblioteche dei Comuni con un numero di abitanti inferiore o uguale a 20.000 abitanti;
6. prevedere l'impegno della rete o gestione associata a partecipare all'evento di promozione delle biblioteche toscane che avrà luogo ad ottobre 2007;
7. prevedere l'obbligo, da parte delle singole biblioteche partecipanti ai progetti di rete, a fornire alla Regione Toscana i dati statistici che saranno richiesti;
8. prevedere l'impegno della rete/gestione associata a cofinanziare l'intervento nella misura minima del 60%;
9. prevedere l'impegno delle amministrazioni delle biblioteche pubbliche aderenti al progetto a destinare nel biennio 2008-2009 una quota finanziaria per l'incremento del patrimonio documentario della biblioteca almeno pari a quella destinata nel 2006 più il 10% della stessa - per il 2008 - e a quella destinata nel 2006 più il 20% della stessa per il 2009.

8 - REQUISITI SUPPLEMENTARI PER L'ATTRIBUZIONE DI PREMIALITA'
Se il progetto proposto risponde ad almeno 2 (due) dei 4 (quattro) seguenti requisiti, la misura di cofinanziamento regionale è incrementata di un ulteriore 10% (da 40% a 50%):
1. la rete o gestione associata ha come servizio permanente del sistema l'acquisto centralizzato o la catalogazione centralizzata (si richiede di allegare la convenzione di rete e/o il programma annuale di rete);
2. la rete o gestione associata presenta un piano di comunicazione di rete per l'anno 2007 o per il biennio 2007-2008 (si richiede di allegare il documento che illustra il piano);
3. la rete o gestione associata destina più del 60% delle risorse finanziarie del progetto alle biblioteche dei Comuni con un numero di abitanti inferiore o uguale a 20.000 abitanti (si richiede di allegare un dettagliato piano finanziario da cui si evinca la distribuzione delle risorse);
4. la rete o gestione associata organizza per il mese di ottobre 2007 un intervento coordinato di promozione della lettura (si richiede di allegare il programma e/o progetto).

9 - INDICAZIONI TECNICHE PER LA STESURA DEI PROGETTI
Si forniscono le seguenti indicazioni tecniche per la stesura dei progetti:
1. dare preferenza all'acquisto di materiale con alto tasso di circolazione e di divulgazione (materiale multimediale, saggistica, narrativa, materiale per bambini e ragazzi);
2. considerare come prioritari interventi quali:
i. revisione e incremento delle raccolte documentarie delle aree bibliotecarie più deboli e disagiate;
ii. potenziamento dell'offerta documentaria per bambini e ragazzi;
iii. potenziamento dell'offerta del materiale multimediale;
iv. cura e sviluppo dell'offerta documentaria per i giovani adulti;
v. potenziamento delle sezioni con materiali speciali, come quelle per ipo e non vedenti, per immigrati;
vi. potenziamento del settore di divulgazione scientifica sia per bambini e ragazzi che per adulti;
vii. potenziamento dell'offerta documentaria per anziani;
viii. sviluppo di materiali per la formazione permanente;
ix. incremento di sezioni come il cinema e la musica;
x. potenziamento della sezione locale.
3. avvalersi - per la organizzazione e definizione del programma del percorso formativo sulla gestione delle collezioni - delle esperienze già fatte nel 2006 dalle Biblioteche comunali di Bagno a Ripoli (FI), Cecina (LI), Massa (MS);
4. avvalersi - nel caso di acquisto di materiale per bambini e ragazzi - della Bibliografia di Base redatta dal Centro regionale di servizi per le biblioteche ragazzi in Toscana e disponibile online: http://www.liberweb.it/index.php?module=CMpro&func=viewpage&pageid=337 ;
5. avvalersi - nel caso di acquisto di materiali per immigrati - della consulenza del Polo regionale di documentazione interculturale:
http://www.cultura.toscana.it/biblioteche/servizi/intercultura/index.shtml.
Nel caso in cui i progetti non considerino prioritarie le tipologie di intervento di cui ai punti 1 e 2, si chiede di precisarne le motivazioni nella scheda di sintesi di progetto (allegato 3).

10 - MOTIVI DI ESCLUSIONE
Saranno esclusi dal finanziamento i progetti che:
- non corrispondano ai criteri di cui al paragrafo 7 "REQUISITI DEI PROGETTI"
- siano presentati in un numero maggiore di uno dallo stesso soggetto proponente
- cumulino il presente finanziamento con altri finanziamenti della Regione Toscana o con risorse regionali assegnate alle Province per gli stessi progetti ai sensi della L.R. n. 14/95 e s.m. e i.
- siano presentati da reti o gestioni associate le cui biblioteche pubbliche (che aderiscono al progetto) non abbiano assolto agli obblighi del monitoraggio, così come previsto dalla LR. 35/1999, art. 5, comma 8
- non utilizzino la modulistica allegata (allegati 2 e 3).

11 - SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI
La richiesta di finanziamento - utilizzando gli allegati 2 e 3 - deve essere inoltrata ENTRO E NON OLTRE IL 30 GIUGNO 2007 a:
Regione Toscana - Direzione Generale Politiche Formative, Beni e Attività Culturali
Via Farini 8 - 50121 Firenze
e recare sulla busta chiusa l'indicazione "BANDO PROGETTO REGIONALE UN MILIONE DI LIBRI PER LE BIBLIOTECHE TOSCANE".

12 - VALUTAZIONE DEI PROGETTI
I progetti saranno esaminati da una commissione interna al Settore Settore Biblioteche, Archivi, Istituzioni Culturali e Catalogo dei beni culturali, sulla base dei seguenti criteri e punteggi:
1. Qualità complessiva del progetto presentato: MAX 20 punti
2. Capacità di sviluppare integrazione e coordinamento nei servizi di rete: MAX 40 punti
3. Qualità delle attività di comunicazione, valorizzazione e promozione delle collezioni: MAX 20 punti
4. Capacità di sviluppare aggregazione tra biblioteche di ente locale, in particolare in riferimento ai piccoli comuni toscani con un numero di abitanti inferiore a 10.000: MAX 20 punti

13 - MODALITA' DI ASSEGNAZIONE ED EROGAZIONE DEI FINANZIAMENTI
I finanziamenti saranno assegnati - fino all'esaurimento delle risorse disponibili - ai progetti in graduatoria in ordine decrescente.
Il decreto dirigenziale di assegnazione dei finanziamenti sarà adottato entro il mese di settembre 2007 e indicherà:
- i progetti ammessi a graduatoria e finanziabili, con relativo importo
- i progetti non ammessi a finanziamento
I contributi regionali saranno liquidati in un'unica tranche successivamente alla presentazione di:
1) rendiconto delle attività svolte (secondo lo schema allegato di rendiconto, redatto ai sensi dell'art. 32 della L.R. n. 36/2001 e s.m. e i., che approva l'ordinamento contabile della Regione Toscana, e dell'art. 44 del "Regolamento di attuazione" approvato con decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 61/2001)
2) relazione illustrativa dell'intervento effettuato, contenente la valutazione dei risultati conseguiti
e dopo avere verificato la fornitura da parte di tutte le biblioteche aderenti al progetto dei dati statistici di cui al pt. 7 del paragrafo 7 "REQUISITI DEI PROGETTI".
In caso di mancata rendicontazione del finanziamento regionale entro il 30 settembre 2008, si provvederà alla revoca totale dello stesso.

LETTERA INFORMATIVA: lettera_MILIONElibri2007.doc
ALLEGATO 1 - Bando: allegato1_MILIONElibri2007.pdf
ALLEGATO 2 - Modulo di richiesta di finanziamento: allegato2_MILIONElibri2007.doc
ALLEGATO 3 - Scheda di sintesi del progetto: allegato3_MILIONElibri2007.doc
ALLEGATO 4 - Scheda di rendiconto finanziario: allegato4_MILIONElibri2007.doc
ALLEGATO 5 - Modulo per l'impegno finanziario delle biblioteche di ente locale sul bilancio 2008-2009: allegato5_MILIONElibri2007.doc

Per informazioni
FRANCESCA NAVARRIA - Tel. 055/4384102 - E-mail: francesca.navarria@regione.toscana.it

 
(Logo Settore)
Incremento delle raccolte Campagna di comunicazione  


Torna
su
Redazione Web
contattaci
Valid HTML 4.01! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0
Valid CSS! Crediti
BIBLIOTECA
DIGITALE
DEPOSITO
LEGALE
DOCUMENTAZIONE FORMAZIONE NORMATIVA PUBBLICAZIONI SERVIZI SERVIZI
WEB
STATISTICHE TUTELA